So long Doctor

Soon or later it was bound to happen. No one can escape the general trend. Magazines are fading away, giving space to on-line contents, be that blogs or knowledge collector sites. The good Doctor, the one that started back in the seventies, when BASIC was considered the technological frontier and 8 bit with single-digit k of RAM was cutting edge technology, the Journal of Calisthenics & Orthodontia that I read since the late eighties and thus have been with more longer than my wife herself; the running light without overbyte that has been the base for my continuous learning over two decades, well this magazine will be no longer.
Like the C/C++ User Journal that ceased to print a couple of years ago, DDJ is going to change name to “DDJ Report” and be a few page inlet of another magazine (Information Week).
It is plain sad because this was The Programmer’s Magazine, the one that stood out of the crowd. With an unique taste for practical and pragmatic approach, with an open eye both to new and current technologies.
As in “the king is dead, long life to the king”, also DDJ is not really dead – in fact it is going to continue its existence in on-line form. The website will continue to host quality articles as well as forum and blogs.
What I will miss for sure is the package (you can actually read magazines really everywhere) and the chance to peek (just to remain with BASIC idiom) stuff I am not working on. In fact, it is true that you can find everything on Internet, but it is true that it is not delivered monthly at your door and it is unlikely you want to spend time to search stuff you don’t even know about.

Un anno fa..

Un anno fa, in una saletta del CIAI, alla fine di quella che era praticamente un’altra vita, la nostra “fata madrina” ci diceva che eravamo diventati papà e mamma di due piccoli tesori colombiani.

Il primo giorno di scuola… materna

Così come è arrivato il primo giorno di scuola per Juan, eccoci al “debutto in società” anche per Mariana: il primo giorno di scuola materna. Pronta di tutto punto e un po’ tesa per l’evento!
La mattina poi è andata bene, Mariana è uscita, contenta di rivedere la mamma, dopo un paio d’ore.
Ci ha raccontato che c’è una cucina blu e un carrello della spesa con la bandiera. Ha giocato con la cuginetta ed un altro bambino a preparare la colazione (“cos’hai fatto il latte?” “no, la salsiccia”). C’erano poi tre bambine che si chiamano Alice … come il nostro gatto. Ha anche smontato il presepe.
Infatti oggi pomeriggio era stanchissima per l’energia investita in questa nuova esperienza.

Natale e dintorni

Ecco Juan alla festa di Le Radici e le Ali, quando, dopo innumerevoli tentativi di farsi scegliere come aiutante del mago-giocoliere, finalmente è salito sul palco per un gioco di equilibrio.
Natale! “Apro piano perchè è una sorpresa!” (I croccantini per gatto in primo piano, sono il regalo di Juan e Mariana per la nostra gattina Alice
Il bue, l’asinello e … il gatto
Tra i primi regali scartati, quello del cuginetto Andrea.
Natale, tra influenza e mal di denti: Mariana non era proprio in formissima.
Tanti Auguri a te! Tanti Auguri a te! Per giunta sulla carta di Hello Kitty!!! Non so se mi spiego?! Oggi (26/12) Mariana compie 4 anni.
A casa degli zii, la scritta “Auguri” illuminava il soggiorno… e, visti i mal di denti e la febbre, questa è l’unica foto presentabile della giornata.
E finalmente le agognate vacanze invernali, sull’Alpe di Siusi. Ecco una delle prime discese in bob di Juan.
Mariana nella neve dopo aver bobbato.
Juan con il bob, mentre ci apprestiamo a raggiungere il rifugio Molignon (o Malchnechthutte).
“Scusate, ma dov’è la spiaggia?”
Puoi cercare di convincere tuo figlio a farsi fotografare insieme a te, ma non c’è modo di convincerlo a tenere gli occhi aperti se non vuole.
Come testimonia questa foto, Mariana ha veramente provato a sciare. E ha pure percorso un kilometro (in due ore) prima che noi ci arrendessimo alle sue rimostranze e proseguissimo a piedi con gli sci in mano… Sarà per l’anno prossimo.
Juan invece non ha tradito la sua inclinazione sportiva ed è riuscito (quasi) subito a dominare il nuovo mezzo di trasporto.
Mostri terrificanti all’ultimo dell’anno!!
Con i cuginetti verso il rifugio Zallinger
Si può dormire in questa posizione? Mariana si è fatta una mezz’ora di sonno così.