Cabarettisti si nasce?

Ecco alcune battute di Mariana:
“Lo sai che la Bea sa contare fino a 10 e io le ho insegnato a contare fino a 11?”

Mamma: “I cugini sono a Venezia con la scuola”
Mariana: “Nooo, la scuola non ha le gambe!”

Mamma: “Cosa vuoi fare da grande?”
Mariana: “La fata di Cenerentola”

(imitando una sirena) “ni-noo, ni-noo, ni-noo, sai cos’è? Un bambino che gioca alla polizia”.

“Oggi ho temperato la mano destra di rosso e quella sinistra di blu” (per dire che ha colorato con la tempera le mani).

Pasqua e dintorni

Prima di Pasqua torniamo alla fattoria Pasquè. Il gelato non ci convince molto, ma Juan e Mariana si divertono sui giochi.
Qui siamo già a Tornolo per le vacanze. Immersi nella tranquillità e nel verde (se non fosse per il tempo variabile, sarebbe perfetto).
Ecco il risultato della ricerca dei sassi più piccolissimi.
Juan ha appena imparato a lanciare i sassi facendoli rimbalzare sull’acqua… e questo quanti salti farà?
Ecco Mariana che esce dalla carta insieme all’uovo!
E l’ultimo giorno sono anche venuti a trovarci i cugini!
Alcune delle lumache salvate dalla strada (e soprattutto dai mangia-lumache-a-ufo)

Transistors in 1925

Thanks to this makezine video I just discovered that the transistor dates back to around 1925 by an Austrian-Hungarian physicist named Julius Edgar Lilienfeld (see also the PS section in this page). What strikes me is that the transistor effect was discovered around 20 years in advance to the “official” discovered at Bell Labs, but it wasn’t developed because no large company was supporting it. Just a single man, with not enough resources, trying to convince electronic industry (i.e. vacuum tube manufacturers, at those times) that he was on something worth.
I wonder how many pioneers were dismissed to protect industry interests or just for lack of good will by industry managers. Would have they been supported, where the human kind would be today?