Qualche metro sotto al cielo…

…e sopra tanta neve. Anche quest’anno, la settimana bianca è sinonimo di Alpe di Siusi (o Seiser Alm come direbbero i nativi del luogo).

Eccolo qui, la patria di Re Laurino, il dente dello Sciliar
Quest’anno Mariana era decisa a sciare. Determinata a recuperare il tempo perduto l’anno scorso (non c’era stato un grande feeling gli sci) eccola qui pronta per i suoi primi 5-6km.
Cugini sulla neve
Certo che dopo queste due foto è difficile credere che possano anche solo pensare di litigare…
Eccoci qui, davanti al Tirler, dopo una lunghissima discesa in slittino.
*slurp* Canederli!

Rispondo a un paio di commenti lasciati da Ba’ allo scorso post:

> davvero il gatto arriva fino alla punta dell’albero???
Be’ non proprio, ma abbastanza in alto, tanto da piegare la punta. Ogni tanto si vede l’albero scupotersi e dopo un po’ lei si affaccia cercando di far cadere un addobbo.
Oppure si siede nel presepe e fa la statuina (in realtà è in agguato in attesa di una mossa falsa delle pecore… dal momento che le pecore sono bravissime a stare ferme, lei si stufa prima e le fa cadere con un colpo della zampa).

> 7 ore in auto? Coi bimbi? Me e Mu avrebbero sclerato solo con la metà del tempo…io in molto meno!!!
Per fortuna i bimbi erano a casa. Siamo andati a recuperarli verso mezzanotte a casa dei vari cugini (per semplificare le cose si erano divisi… della serie: “ci inseguono: dividiamoci!”).

Leave a Comment