Links

In these days when you want to share something you usually resort to a social network. Blogs are slowly going out of fashion.That’s bad at least for two reasons – there are plenty of social networks (well, no less than three) and they require you have an account to let you read my content.
Also I have many friend on facebook which I dislike most (every time I read some news about fb it seems getting closer and closer to the Evil Empire). Twitter is too brief for my verbose taste. Linked-in seems to be even more elitist than g+.
So here you are some interesting links I found about the matters that I have some interests in.

Ok, posted, now I’m going to push the link to this post into all social networks.

La pannocchia preistorica

Dopo il grande successo del niantero e il tipanotero che in alcuni periodi dell’anno scolastico riescono a decuplicare il traffico verso il mio sito, torno sul tema scuola. Argomento: uomini primitivi e per la precisione Home Erectus (mica che i bambini si perdano qualche frammento di nozione). Vissuto, come ogni bambino che ha frequentato la 3a elementare dovrebbe sapere, in Europa e Asia (probabilmente anche Africa, ma il testo riesce a lasciare qualche dubbio).
L’illustratore del libro, probabilmente non sapendo bene come riempire quello spazietto che rimaneva di fianco al disegno del primitivo dedito a qualche non meglio precisata attività dei suoi tempi rocciosi, ha deciso di aggiungere una bella … pannocchia di granoturco!
Ma visto che i programmi scolastici italiani sono tra le cose più statiche dell’universo, i libri, a furia di revisioni, non dovrebbero essere degli esempi di correttezza quasi assoluta?