Livello di pericolosità dello step coreografico

(articolo originale)

Lo step coreografico è una delle mie attività sportive preferite. Come ho già scritto, mi piace lo step perchè richiede sia coordinazione che memoria e mette alla prova la memoria muscolare al ritmo della musica dance. Nello scorso anno e mezzo ho avuto la fortuna di avere un’istruttice stellare. Capace di proporre ad ogni lezione coreografie sempre nuove, emozionanti e a volte pazze. Le sue coreografie sono molto divertenti, ma a volte richiedono alcuni passaggi che presentano un qualche livello di pericolo. Se ti distrai o non sei abbastanza veloce a modificare la tua memoria muscolare puoi mancare lo step o scontrarti con qualcun altro.
Ho preparato una tabella (simile al mio “Grado di Efficacia del Weekend”) che definisce un numero di taschi per ogni caratteristica pericolosa della coreografia. Semplicemente bisogna aggiungerne uno per ogni caratteristiche della coreografia per avere il livello di pericolo. Oggi abbiamo raggiunto i 3 teschi.

  • Passo attraverso lo step – bisogna estendere la gamba oltre lo step con il rischio di colpire lo step con il tallone e perdere l’equilibrio.
  • Giro all’indietro sul pavimento che finisce con un piede sullo step – non si può vedere lo step mentre giri, ma bisogna avere un’idea abbastanza precisa di dove sia lo step, altrimenti puoi colpirlo con il piede o appoggiare il piede parzialmente perdendo l’equilibrio.
  • Due step a testa – di solito gli step sono abbastanza vicini l’uno all’altro e la coreografia solitamente prevede delle mosse con un piede tra i due step. E’ possibile inciampare in uno step o appoggiare male il piede. Se gli step sono molto vicini è possibile inciampare nelle proprie gambe.
  • Step vicini – quando il tuo step è accanto a quello di un’altra persona diventa necessaria una buona sincronia altrimenti ci si può scontrare. Distinguere la destra dalla sinistra solitamente aiuta.
  • Step condivisi – in determinati momenti della coreografia due persone condividono lo stesso step. Di solito la coreografia prevede abbastasnza spazio per entrambe. Ma anche in questo caso è necessaria una buona tempistica e una buona sincronia per muoversi nella giusta direzione.
  • Scambio step – ognuno ha il proprio step, ma ad un certo punto tutti si muovono verso un altro step allo stesso momento. Di solito la coreografia crea un corridoio a tempo per permetterti di raggiungere la destinazione. “A tempo” è la chiave.
  • Sincronizzazione precisa. Due persone sone abbastanza vicine, verosimilmente sullo stesso step, ma eseguono movimenti diversi. I movimenti si combinano con i tempi giusti in modo che non ci sia collisione. Questo è una delle situazioni più pericolose perchè non può affidarti alla simmetria o prendere spunto dai movimenti del tuo compagno/a; qualsiasi errore, anche piccolo, causa una collisione.